24 Maggio 2020

Ascensione del Signore

Anno A

Elevato in alto Gesù rivela la comunione instaurata tra cielo e terra. Dio è in quel cielo con cui tutti ora possono essere in comunione.

At 1,1-11; Sal 46 (47); Ef 1,17-23; Mt 28,16-20

Matteo non narra l’ascensione di Gesù al cielo, ma l’incontro del Risorto con gli Undici. Il suo «essere elevato in alto» viene narrato dalla prima lettura, dagli Atti degli Apostoli, che tuttavia invitano i discepoli, di allora come di oggi, non a fissare il cielo, ma ad attendere il Signore che verrà «allo stesso modo in cui l’avete visto andare in cielo», cioè promettendo il dono dello Spirito, che darà ai discepoli la forza di essere testimoni della Pasqua fino ai confini della terra. Anche in Matteo il Risorto invia gli Undici a fare discepoli «tutti i popoli». L’Ascensione è segno del carattere universale che assume la signoria del Risorto, che rimane tuttavia la signoria del servo, di colui che ha donato la vita perché tutti abbiano in lui vita. «A me è stato dato ogni potere in cielo e in terra». L’universalità della missione è fondata su questa comunione tra cielo e terra che la Pasqua di Gesù ha realizzato e ora l’Ascensione rivela. Gesù sale al cielo perché il Padre è lì, in quel cielo che tocca, comunica, può essere contemplato da ogni angolo della terra. Non è in un tempio, in un popolo, in una terra, in una tradizione: è ovunque e tutti sono suoi figli. Il discepolo deve andare fino ai confini del mondo perché non c’è più terra, non c’è più persona, non c’è più situazione che non sia luogo di presenza e di comunione con il Padre, in Gesù, che rimane con noi per sempre e dappertutto.

Commento a cura della Comunità di Dumenza

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Non utilizza cookie per finalità commerciali né fornisce a terzi le informazioni sugli utenti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per saperne di più sui cookie, clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi