21 Luglio 2019

XVI Domenica del Tempo Ordinario

Anno C

L’ospitalità rende feconda la vita consentendoci di accogliere, da poveri, il dono che un altro porta con sé visitando la nostra tenda.

Gen 18,1-10a; Sal 14 (15); Col 1,24-28; Lc 10,38-42

Nella Bibbia l’ospitalità genera fecondità. Abramo accoglie tre personaggi misteriosi e in quel giorno la sterile Sara riceve la promessa di un figlio. Ospitare, infatti, significa riconoscere di poter ricevere vita nuova da chi, visitandoci, porta con sé un dono che altrimenti ci rimarrebbe indisponibile. Forse è anche questo il limite di Marta nel suo modo di accogliere Gesù nella propria casa. Ella è molto generosa, ma la sua rischia di essere pur sempre la generosità del ricco, che desidera offrire il meglio che ha e di cui è capace. Un desiderio bello, che però deve essere integrato dall’altro atteggiamento, quello di Maria, la quale, grazie al suo ascolto, accoglie ciò che Gesù può darle, come una povera che sa di dover dipendere dal suo dono. La parte migliore, in fondo, non è l’ascolto rispetto al servizio, ma l’atteggiamento con il quale vivere sia l’ascolto sia il servizio: mettendo al centro Gesù e non se stessi, quello che lui può darci e la vita nuova che egli ci comunica, tanto ascoltando la sua Parola, quanto modellando su di lui, e sul suo sentire profondo, il nostro modo di servire. Come poveri che si aprono ad accogliere la vera ricchezza, che oggi san Paolo ci ricorda: «Cristo in noi». Accogliendo lui la vita diventa feconda.

Commento a cura della Comunità di Dumenza

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Non utilizza cookie per finalità commerciali né fornisce a terzi le informazioni sugli utenti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per saperne di più sui cookie, clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi