28 Aprile 2019

II Domenica di Pasqua

Tommaso deve vivere un passaggio pasquale per incontrare il Risorto: dalla pretesa di toccare con mano al sapersi da lui conosciuto e amato.

At 2,42-47; Sal 117 (118); 1Pt 1,3-9; Gv 20,19-31

Il vangelo di Giovanni ci descrive il ritmo di una comunità cristiana che, ogni otto giorni, nel giorno del Signore, si raduna per celebrare la pasqua di Gesù, certa che il Risorto si rende presente in mezzo ai suoi, nel dono della pace e dello Spirito. Lo sguardo indugia particolarmente sulla figura di Tommaso e sulla sua incredulità. Egli è assente nel giorno di pasqua, probabilmente perché non ha saputo credere all’annuncio di Maria di Magdala. Il Signore gli si manifesterà soltanto quando accetterà di essere insieme ai suoi fratelli, per professare una fede che al tempo stesso è personale – «Mio Signore e mio Dio» – e comunitaria, ecclesiale. Tommaso deve però vivere un altro passaggio pasquale: dalla pretesa di toccare con mano e verificare deve giungere all’esperienza di essere conosciuto da Gesù, che sa bene la sua richiesta, tanto da ricordargliela con le parole stesse usate dal suo discepolo. Tommaso si percepisce conosciuto e amato da Gesù, persino nel suo peccato e nella sua incredulità. Noi lo amiamo, come afferma Pietro, e pur senza vederlo crediamo in lui. Soprattutto, però, ci sentiamo da lui amati e perdonati. L’incontro con il Risorto è sempre esperienza di un amore gratuito che guarisce e riconcilia.

Commento a cura della Comunità di Dumenza

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Non utilizza cookie per finalità commerciali né fornisce a terzi le informazioni sugli utenti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per saperne di più sui cookie, clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi