28 Ottobre 2018

XXX Domenica del T.O. – Anno B

Il figlio di Timeo incontra il figlio di Davide. Riceve l’illuminazione battesimale: contempla il volto di Gesù e la via su cui seguirlo.

Ger 31,7-9; Sal 125 (126); Eb 5,1-6; Mc 10,46-52

«Tu sei mio figlio, oggi ti ho generato»: la lettera agli Ebrei applica a Gesù il salmo 2, come fanno i sinottici nel battesimo. Anche Marco narra l’incontro tra due figli: Bartimeo, il figlio di Timeo, e Gesù, il figlio di Davide. Tutti i personaggi che Gesù guarisce rimangono anonimi. Di questo cieco, invece, Marco ci dice il nome, spiegandocene il significato. Per lui è impostante, forse per annunciarci che incontrare Gesù significa vivere un’esperienza battesimale, che ci rigenera figli di Dio. Il figlio di Timeo percepisce ora rivolta a sé la parola del Padre: «tu sei mio figlio», ecco ti genero nella grazia battesimale. Questo è infatti un racconto battesimale. Il battesimo è ‘illuminazione’: riceviamo uno sguardo diverso, nella luce dello Spirito. Bartimeo, riceve la vista e il primo volto che contempla è quello di Gesù. Ecco la vera guarigione: incontrare il volto di Gesù per lasciarci da lui trasformare. Anche se congedato – Gesù gli dice «va’» – Bartimeo inizia a seguire Gesù lungo la strada. Ciò che ha ricevuto non è la vista soltanto, ma la relazione con lui, che non vuole più perdere, anche qualora significhi seguire Gesù lungo la via stretta che sale verso la Pasqua.

Commento a cura della Comunità di Dumenza

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Non utilizza cookie per finalità commerciali né fornisce a terzi le informazioni sugli utenti. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per saperne di più sui cookie, clicca su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi